Contattaci: +39 02 55186649 - 02 7492085
E-mail: info@organismodivigilanza.com

Impiego di stranieri privi di permesso di soggiorno


Sono gli ultimi reati entrati nel Decreto 231 (agosto 2012), non semplici da interpretare giuridicamente soprattutto se li colleghiamo come fa già qualcuno ai reati di riduzione in schiavitù o associazione a delinquere.

È più facile una prima verifica per aggiornare l’analisi dei rischi che può essere facilmente qualitativa: basata sulla semplice presenza significativa (maggiore di 5) di lavoratori (anche di terzi o interinali e indipendentemente dal rapporto subordinato) considerabili “stranieri”, aggiungere poi il rischio Paese, il rischio età ed l’eventuale presenza di sedi estere.

Se è presente un rischio residuo anche basso, avendo già tutte le aziende con modello 231 una procedura di gestione del personale, possono essere verificate le responsabilità in materia di:

  • firma assunzione (eventuali deleghe)
  • controlli pre-assunzione (legali)
  • controlli post assunzione
  • mantenimento delle registrazioni
  • gestione e qualifica delle società di servizi coinvolte nella gestione del personale (selezione ed interinali)  

Dovrebbe essere prevista un po’ di formazione specifica per i soggetti coinvolti sulle procedure da seguire per l’assunzione di soggetti non comunitari (residenti e non) e sulle regole di lavoro per gli stessi soggetti nel territorio italiano o per aziende italiane (estero). Verifica delle possibili esclusioni per i permessi turistici o per i permessi di studio.

Devono essere verificate le regole contrattuali per fornitori (inclusi professionisti, artigiani o simili) con estensione al loro personale ed alla sub-fornitura.

SB - Settembre 2012

News:

  • 31/08/2020

    Aggiornamento: nuovi reati presupposto nel Decreto legislativo 231

    Forte impatto sul diritto penale d'impresa, soprattutto con riferimento alle fattispecie di reati tributari e di reati contro la pubblica amministrazione
  • 11/05/2020

    La nuova circolare 231 di Audit in Italy

    Il nostro servizio di aggiornamento esclusivo per clienti, contatti e collaboratori Audit in Italy, area compliance-Decreto Legislativo 231 del 2001.
  • 21/01/2020

    I reati tributari nel Decreto 231: ci siamo!

    I “reati fiscali” creano responsabilità penale di impresa
  • Archivio